Autore gianluca@carelli.org - Lun, 20/11/2017 - 09:54

In tema di responsabilità medica, il Tribunale di Milano in sede civile ha ritenuto che la tardiva diagnosi di una recidiva oncologica dà luogo ad un danno da perdita di chance autonomamente risarcibile a carico dell'istituto ospedaliero. In particolare, la chance è stata intesa dal giudice di primo grado sia come possibilità di mantenere una migliore qualità di vita, sia come possibilità di sopravvivere più a lungo rispetto a quanto effettivamente vissuto all'esito letale della patologia. Le possibilità di sopravvivenza, calcolate secondo criteri statistici e in misura percentuale, hanno assunto decisivo rilievo ai fini della liquidazione in via equitativa del danno in favore dell'erede.

Tribunale Milano, Sez. I Civile, n.° 8940/2017 del 4/9/2017

Tag articolo